Pierre Bourdieu, in Pour un mouvement social européen,
Le Monde Diplomatique, juin 1999 — Pages 1, 16 et 17, aussi in Contre-feux 2, Raisons d'agir, 2001, p. 13-23

"L'histoire sociale enseigne qu'il n'y a pas de politique sociale sans un mouvement social capable de l'imposer ( et que ce n'est pas le marché, comme on tente de le faire croire aujourd'hui, mais le mouvement social qui a « civilisé » l'économie de marché, tout en contribuant grandement à son efficacité ). En conséquence, la question, pour tous ceux qui veulent réellement opposer une Europe sociale à une Europe des banques et de la monnaie, flanquée d'une Europe policière et pénitentiaire ( déjà très avancée ) et d'une Europe militaire ( conséquence probable de l'intervention au Kosovo ), est de savoir comment mobiliser les forces capables de parvenir à cette fin et à quelles instances demander ce travail de mobilisation. "


mardi 12 mars 2013

traduction: Pierre Bourdieu, Sullo Stato. Corso al Collège de France Vol. 1 (1989-1990)

Pierre Bourdieu 
Sullo Stato
Corso al Collège de France 
Volume 1 (1989-1990)
Traduttori: Massimiliano Guareschi
Feltrinelli
2013

Che cos'è lo stato? Un'istituzione creata per servire il bene comune o invece un apparato concepito per il mantenimento dell'ordine pubblico? Secondo Pierre Bourdieu, lo stato è il nome che diamo a una serie di principi nascosti, invisibili, dell'ordine sociale e insieme del dominio. Lo stato è il detentore della violenza, non solo fisica, ma anche simbolica, legittima, e l'ordine pubblico che garantisce non si basa semplicemente sulle forze di polizia e militari, bensì anche sul consenso. Lo stato è quest'illusione ben fondata, quel luogo che esiste essenzialmente perché crediamo che esista. Bisogna partire da qui per capirne le reali funzioni e il vero funzionamento. La questione dello stato, anche se ne attraversa e tiene insieme tutta l'opera, non è diventata oggetto di un libro specifico di Bourdieu, che le ha consacrato per tre anni del suo insegnamento al College de France. Partendo dall'analisi della genesi dello stato, le sue lezioni contribuiscono a chiarire il mistero di questa entità illusoria che compie atti ufficiali, dotati di autorità. In un momento di crisi delle istituzioni quale il presente, quest'opera offre gli strumenti critici necessari per una comprensione più lucida degli ambiti del dominio. Sullo stato viene presentato in edizione italiana in due volumi, comprendenti rispettivamente gli anni 1989-1990 e 1990-1992.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 

voir également:


 

Aucun commentaire: